futures greggio

Cammino in discesa per i futures del Greggio

I futures del Greggio hanno fatto registrare un rialzo, infatti all’interno del New York Mercantile Exchange sono stati scambiati a 54,28 dollari per barile, in rialzo dello 0,42%.
In un primo momento il valore di scambio è stato ancora più alto ed alla fine il Greggio ha trovato una quota di supporto a 52,77 dollari ed una quota di resistenza a 57,01 dollari.

Se diamo un’occhiata anche sull’ICE notiamo che il Petrolio Brent in consegna ad aprile è aumentato dello 0,47%

scambiando a 56,21 dollari al barile mentre lo spread dei contratti fra il Petrolio Brent e il Greggio si è fermato a 2,89 dollari al barile.
L’indice del Dollaro che mette in risalto l’andamento della moneta americana contro le altre monete rivali è sceso dello 0,03% scambiando a 101,28 dollari.

EUR/JPY

Sale la coppia EUR/JPY

Oggi il valore della nostra moneta unica è stato più alto rispetto al valore dello Yen giapponese con la coppia EUR/JPY che ha scambiato a 124,32 in rialzo dello 0,35%.
La coppia ha trovato una quota di supporto a 122,89, valore più basso da giovedì scorso e una quota di resistenza a 125,66 che invece risulta essere il valore più alto intraday.
Allo stesso momento il valore dell’Euro è stato più alto rispetto al Dollaro americano ed anche alla Sterlina inglese con la coppia EUR/USD che sale dello 0,04% toccando quota 1,0637 e

la coppia EUR/GBP che aumenta dello 0,22% toccando quota 0,8638.

Terza settimana al minimo per il Dollaro

Terza settimana al minimo per il Dollaro

In questo mercoledì di contrattazioni in Dollaro americano ha fatto registrare un calo nei confronti del cugino canadese dovuto al rimbalzo del Greggio che ha sostenuto la moneta canadese ed alla diffusione di ieri dei deboli dati economici USA.
Il cambio USD/CAD è arrivato a quota 1,3012 facendo registrare un calo dello 0,77%, la quota di supporto la troviamo a 1,2872 che risulta essere il valore più basso da metà luglio a questa parte è una quota di resistenza posta 1,3169 che risulta essere la quota più alta da martedì scorso.

Il Dollaro canadese ha ricevuto un ottimo sostegno dall’aumento dei prezzi del Greggio invece il Dollaro americano si è indebolito dopo la diffusione dei dati di ieri da parte del Dipartimento per il lavoro USA che ha messo in mostra un calo della produttività del settore non agricolo dello 0,7% nel secondo trimestre dopo che le aspettative erano per un aumento dello 0,6%.

La moneta canadese guadagna terreno anche contro la nostra moneta unica con la coppia EUR/CAD che scende dello 0,22% scambiando a quota 1,4728.

debito pubblico

Aumenta il debito pubblico

L’ammontare del debito pubblico italiano nel mese di aprile è aumentato di altri 2 miliardi raggiungendo quota 2.328,7 miliardi di euro.
Lo ha reso noto la Banca d’Italia nello speciale supplemento di finanza pubblica allegato al Bollettino statistico.
L’istituto con sede in via Nazionale a Roma ha spiegato che questo incremento del debito è stato inferiore al fabbisogno del mese grazie alla riduzione di 5 miliardi della disponibilità liquida del tesoro, dall’effetto complessivo dell’emissione dei titoli sopra la pari, dalla rivalutazione dei titoli che sono stati indicizzati all’inflazione e dalla variazione del tasso di cambio dell’Euro.

Nel bilancio dello Stato le entrate tributarie che sono state contabilizzate nel mese di aprile sono pari a 30 miliardi,

valore di poco superiore a quello fatto registrare nello stesso mese dell’anno scorso.
Per quanto riguarda il primo quadrimestre di quest’anno le entrate tributarie sono state complessivamente di 121,7 miliardi che risultano essere maggiori di 4,2 miliardi rispetto a quelle che erano state registrate nello stesso quadrimestre del 2015.

Rai Way

Domanda di ammissione da parte di Rai Way

Una società del gruppo Rai, la Rai Way proprietaria della rete di trasmissione e diffusione di tutti i segnali televisivi e radiofonici ha presentato domanda di ammissione in borsa delle proprie azioni ordinarie preso l’MTA (Mercato Azionario Telematico) alla Borsa italiana.

Oltre questo la società ha anche presentato una richiesta formale alla CONSOB relativa all’autorizzazione per la relativa pubblicazione del progetto informativo riguardante l’offerta pubblica di vendita ed all’ammissione alla quotazione MTA delle proprie azioni.

I coordinatori di tutta l’offerta sono la Credit Suisse Securities (Europe), Mediobanca, Banca di Credito Finanziario e Banca IMI.

Quest’ultima è stata incaricata come responsabile del collocamento dell’offerta pubblica e degli sponsor.

Invece l’Advisor legale è Bonelli Erede Pappalardo ed infine la Clifford Change vestirà i panni di advisor legale per quanto riguarda i coordinatori dell’offerta globale.

Piccoli passi in avanti a Piazza Affari

Piccoli passi in avanti a Piazza Affari

Piazza Affari riesce a guadagnare qualcosina in confronto alle altre piazze europee dopo che i timori per un nuovo rallentamento di tutta l’economia dell’eurozona ha praticamente paralizzato i mercati continentali.

La notizia è arrivata dal WEO (World Economic Outlook) del Fondo Monetario Internazionale che ha reso noto il quadro disastroso dell’eurozona.
Per ora il rapporto Euro Dollaro è stabile a 1,285, lo Spread è posizionato a 149 punti base con i rendimenti BTP decennali al 2,55%.
Francoforte ha fatto segnare un calo dello 0,54%, Londra dello 0,31%, Parigi dello 0,39%.

A Piazza Affari tra le migliori Blue Chip troviamo Banco Popolare con un +2,42%, Buzzi Unicem con un +1,27% e Fiat che fa segnare un +1,14%, il titolo non ha risentito delle dichiarazioni di dimissioni di Marchionne al completamento del piano strategico previsto per il 2018.

Tra i ribassi più significativi troviamo WDF (World Duty Free) con un -2,34%, Autogrill con un -2,19%, di seguito troviamo A2A con un -2,12 e Salvatore Ferragamo con un -1,67%.

Tutte queste movimentazioni di mercato possono essere sfruttate attraverso l’utilizzo delle opzioni binarie sul mercato borsistico.